Andrea Albanese

Tag Archives

Book Sculptures, riciclare è un’arte.

Book Sculptures: Riciclare è un’arte. Ma se per fare upcycling o riuso creativo non c’è bisogno di essere artisti, per trasformare libri in sculture bisogna essere dei maestri.

Andrea Albanese è un autodidatta, uno di quelli che come si dice, si è fatto da solo. Una capacità mortificata dai casi della vita, poi l’incontro che ti cambia l’esistenza -quello con Emilio Tadini- mentre dirigeva una palestra. Andrea sa ascoltare gli altri e gettare il cuore oltre l’ostacolo. Via così verso una ricerca tutta personale, raffinata, che vive di strati di materiali depositati con pazienza su tele e oggetti e che diventa ora il nuovo progetto Book Sculptures.

La nuova serie che rende protagonisti i libri ha già conquistato molti milanesi. Suo è infatti il grande pannello del nuovo Atelier Misani di via Ponte Vetero 22, quartiere Brera. Suoi i libri su cui appoggiano i sofisticati gioielli.

andrea albanese bookcity book sculptures misani gioielli

Sovrapponendo materia alle parole scritte, cancella e nello tesso tempo recupera memorie, frammenti, storie. L’eredità umana di chi ha letto o posseduto quel libro che si imprime nel corpo dell’opera. Andrea Albanese sfonda la bidimensionalità della pagina e dà un nuovo contenuto a libri usati e spesso amati. Prende a pretesto il loro spirito di reliquia, intervenendo su di essi per scrivere una nuova storia. Forse anche poesia, fatta di delicate miniature che diventano i nuovi personaggi del libro. Queste piccole figure sembrano emergere dall’impasto della materia, facendo fiorire una narrativa senza tempo. Libera di narrare qualunque storia perché sincronizza il tempo del lettore e dell’osservatore.

Colore denso, materia che si fa spessa intorno ai fogli che si animano di colori forti e nuove lettere. Per Bookcity Milano 2017 Andrea Albanese ha creato una collezione inedita di libri in mostra dal 14 di novembre presso la galleria Expowall di Milano (via Curtatone, 4). L’allestimento è di Angelo Bianchi.

Venerdì 17 novembre 2017 alle ore 17 (Essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male, diceva Eduardo De Filippo) sempre presso la galleria Expowall chi lo desidera potrà consegnare i propri libri da reinventare attraverso il lavoro dell’artista.

PRONTI PER BOOKCITY? CI VEDIAMO DAL 16 DI NOVEMBRE

Bookcity Milano è alle porte. Dal 16 al 19 Novembre, la città sarà animata da centinaia di iniziative, eventi e mostre. E noi parleremo di fotografia e immagine.

Protagoniste di questa edizione di Bookcity Milano (tag #BCM17) le librerie, che daranno il via alla manifestazione con un giorno in anticipo. Sarà organizzata una festa diffusa in decine di negozi in cui trovare l’intero programma dell’iniziativa e la spiegazione in anteprima temi, incontri, idee e letture per scoprire i protagonisti di quest’anno. Altra novità: l’attenzione verso le periferie. Gli eventi saranno organizzati anche in luoghi decentrati e addirittura nelle case private dei cittadini. E si è persino organizzato un itinerario urbano di quattro giorni nei quartieri che circondano il centro!

Bookcity Milano alla quinta edizione i numeri aumentano, le partnership si solidificano e gli incontri organizzati diventano sempre più imperdibili.

Come l’anno scorso, Expowall porta le fotografie fuori dalla galleria, in piena sintonia con l’intento di Bookcity di “occupare la città”, con eventi più che mai interessanti:

  1. Dal 17 al 19 novembre saremo presenti al Teatro Franco Parenti con la mostra fotografica Il respiro di Poveglia. Le fotografie di Beatrice Mancini ci immergeranno in un viaggio tra storia e immaginazione. Vite di passaggio in questa Spoon River italiana che si trova a sud di Venezia lungo il canal Orfano, in quel tratto di laguna che va verso il porto di Malamocco. Ci trovate nel foyer alto del teatro dove venerdì 17 alle 19.00 e sabato 18 e domenica 19  alle 12.00 e alle 18.30: leggeremo insieme i testi di e con Christian Elia. Il giorno prima, giovedì 16 novembre alle 18.30 presenteremo in anteprima il libro catalogo della mostra.  Appuntamento presso la Libreria Cultora di via Lamarmora 24, una nuova libreria di quartiere specializzata in editoria indipendente. Vale davvero la pena per la cura con cui la scrittrice Laura Busnelli e l’editore di Historica edizioni Francesco Giubilei scelgono i titoli.
  2. In galleria, quindi torniamo in via Curtatone 4, dal 14 di novembre proponiamo Book sculptures, il lavoro che l’artista Andrea Albanese ha realizzato in esclusiva per Bookcity Milano con l’allestimento di Angelo Bianchi. Colore denso, materia che si fa spessa intorno alle pagine. Poesia. Venerdì 17 novembre 2017 alle ore 17.00 (!) chi lo desidera potrà consegnare i propri libri da reinventare attraverso il lavoro dell’artista. Un originalissimo regalo di Natale!
  3. Infine Domenica 19 Novembre alle 15.00 ci vediamo allo Starhotels Anderson con Alberto Maestri, tech editor @Ninja Marketing e competence leader @OpenKnowledge, e Cecilia Mattioli, blogger di letteratura per la presentazione del nuovo libro di Paolo Schianchi, tra i principali teorici di Visual Marketing e esperto di cultura visiva. Attenti perché non è un saggio tradizionale ma un nuovo genere letterario di visual literacy post-web.

Riferimenti:

Il respiro di Poveglia Fotografie: Beatrice Mancini Testi: Christian Elia | pagine: 128 (immagini) testi: italiano/inglese prezzo: 19,90 €

Paolo Schianchi, Paolo Schianchi non esiste, Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2017

Un assaggio da Book Sculptures di Andrea Albanese:

bookcity book sculptures andrea albanese

Ci vediamo a #BCM17!
Seguiteci su social
(AA)