Visualizzazione di tutti i 4 risultati

  • Jack Delano
    1914-1997

    Jack Delano, nato in Ucraina, arrivò in America a Philadelphia nel 1923. Dopo la scuola frequentò il corso di studio di Belle Arti ed iniziò con la fotografia dopo un suo viaggio in Europa nel 1937. Lavorava a progetti fotografici per enti statali statunitensi, tra cui anche la Farm Security Administration.
    Qui non si limitò a ritrarre solamente paesaggi e persone ma cercò di captare anche lo sfondo socio-culturale della situazione, atteggiamento non comune ad altri fotografi dell’ente. Un’esperienza che portò con sé a Puerto Rico dove si trasferì nel 1946  diventando fotografo ufficiale del governo locale.
    Già negli anni 1940 sperimentò la fotografia a colori producendo immagini poco convenzionali ma bellissime a testimonianza della sua grandissima bravura.
    Scrive Delano stesso nella sua autobiografia “Photographic Memories” pubblicata nel 1997: “Rendere giustizia al soggetto è stato sempre il mio interesse primario. Luce, colore, texture e via dicendo sono importanti per me soltanto in quanto contribuiscono a un ritratto onesto di quello che ho davanti alla macchina, ma non sono fini a se stessi.”

    Ulteriori informazioni:
    https://www.icp.org/browse/archive/constituents/jack-delano?all/all/all/all/0
    Citazione da: http://lens.blogs.nytimes.com/2011/10/13/jack-delanos-american-sonata/

    Acquista

    #09 Jack Delano, Daughter of Mr. Buck Grant, Negro preacher near Woodville, Greene County, Georgia.

    15,00

    Jack Delano
    1914-1997

    Jack Delano, nato in Ucraina, arrivò in America a Philadelphia nel 1923. Dopo la scuola frequentò il corso di studio di Belle Arti ed iniziò con la fotografia dopo un suo viaggio in Europa nel 1937. Lavorava a progetti fotografici per enti statali statunitensi, tra cui anche la Farm Security Administration.
    Qui non si limitò a ritrarre solamente paesaggi e persone ma cercò di captare anche lo sfondo socio-culturale della situazione, atteggiamento non comune ad altri fotografi dell’ente. Un’esperienza che portò con sé a Puerto Rico dove si trasferì nel 1946  diventando fotografo ufficiale del governo locale.
    Già negli anni 1940 sperimentò la fotografia a colori producendo immagini poco convenzionali ma bellissime a testimonianza della sua grandissima bravura.
    Scrive Delano stesso nella sua autobiografia “Photographic Memories” pubblicata nel 1997: “Rendere giustizia al soggetto è stato sempre il mio interesse primario. Luce, colore, texture e via dicendo sono importanti per me soltanto in quanto contribuiscono a un ritratto onesto di quello che ho davanti alla macchina, ma non sono fini a se stessi.”

    Ulteriori informazioni:
    https://www.icp.org/browse/archive/constituents/jack-delano?all/all/all/all/0
    Citazione da: http://lens.blogs.nytimes.com/2011/10/13/jack-delanos-american-sonata/

    Acquista

  • Jack Delano
    1914-1997

    Jack Delano, nato in Ucraina, arrivò in America a Philadelphia nel 1923. Dopo la scuola frequentò il corso di studio di Belle Arti ed iniziò con la fotografia dopo un suo viaggio in Europa nel 1937. Lavorava a progetti fotografici per enti statali statunitensi, tra cui anche la Farm Security Administration.
    Qui non si limitò a ritrarre solamente paesaggi e persone ma cercò di captare anche lo sfondo socio-culturale della situazione, atteggiamento non comune ad altri fotografi dell’ente. Un’esperienza che portò con sé a Puerto Rico dove si trasferì nel 1946  diventando fotografo ufficiale del governo locale.
    Già negli anni 1940 sperimentò la fotografia a colori producendo immagini poco convenzionali ma bellissime a testimonianza della sua grandissima bravura.
    Scrive Delano stesso nella sua autobiografia “Photographic Memories” pubblicata nel 1997: “Rendere giustizia al soggetto è stato sempre il mio interesse primario. Luce, colore, texture e via dicendo sono importanti per me soltanto in quanto contribuiscono a un ritratto onesto di quello che ho davanti alla macchina, ma non sono fini a se stessi.”

    Ulteriori informazioni:
    https://www.icp.org/browse/archive/constituents/jack-delano?all/all/all/all/0
    Citazione da: http://lens.blogs.nytimes.com/2011/10/13/jack-delanos-american-sonata/

    Acquista

    #16 Jack Delano, American Legion Carnival

    15,00

    Jack Delano
    1914-1997

    Jack Delano, nato in Ucraina, arrivò in America a Philadelphia nel 1923. Dopo la scuola frequentò il corso di studio di Belle Arti ed iniziò con la fotografia dopo un suo viaggio in Europa nel 1937. Lavorava a progetti fotografici per enti statali statunitensi, tra cui anche la Farm Security Administration.
    Qui non si limitò a ritrarre solamente paesaggi e persone ma cercò di captare anche lo sfondo socio-culturale della situazione, atteggiamento non comune ad altri fotografi dell’ente. Un’esperienza che portò con sé a Puerto Rico dove si trasferì nel 1946  diventando fotografo ufficiale del governo locale.
    Già negli anni 1940 sperimentò la fotografia a colori producendo immagini poco convenzionali ma bellissime a testimonianza della sua grandissima bravura.
    Scrive Delano stesso nella sua autobiografia “Photographic Memories” pubblicata nel 1997: “Rendere giustizia al soggetto è stato sempre il mio interesse primario. Luce, colore, texture e via dicendo sono importanti per me soltanto in quanto contribuiscono a un ritratto onesto di quello che ho davanti alla macchina, ma non sono fini a se stessi.”

    Ulteriori informazioni:
    https://www.icp.org/browse/archive/constituents/jack-delano?all/all/all/all/0
    Citazione da: http://lens.blogs.nytimes.com/2011/10/13/jack-delanos-american-sonata/

    Acquista

  • Marion Post Wolcott
    1910-1990

    Marion Post Wolcott nata a Montclair, New Jersey, frequentò la New School for Social Research, New York University e poi l’Università di Vienna. Dopo la laurea tornò a New York per diventare fotografa e partecipò a workshop con Ralph Steiner. Nel 1936 lavorò come fotografa freelance per Life, Fortune ed altre riviste.
    Roy Stryker, il capo della divisione fotografia della Farm Security Administration (FSA), assunse Marion Post Wolcott a tempo pieno dal 1938 al 1942. In questo periodo realizzò oltre 9.000 fotografie nei suoi innumerevoli viaggi durante i quali, grazie al suo “savoir faire” e modo gentile, riuscì a fotografare situazioni che ad altri rimanevano preclusi. Inoltre allargò lo sguardo anche al ceto medio e i ricchi per dare un quadro complessivo della situazione socio-economica durante il New Deal visto che la maggior parte della documentazione fotografica era focalizzato sui poveri.
    Per motivi famigliari dovette interrompere la sua carriera di fotografa professionista nel 1942 che riprese poi nel 1968 come freelance in California dove si concentrò invece sulla fotografia a colore, percorso da lei iniziato già negli anni ’40.

    Ulteriori informazioni: https://www.loc.gov/rr/print/coll/womphotoj/wolcottessay.html

    Acquista

    #17 Marion Post Wolcott, Project family in new wagon, Flint River Farms, Georgia

    15,00

    Marion Post Wolcott
    1910-1990

    Marion Post Wolcott nata a Montclair, New Jersey, frequentò la New School for Social Research, New York University e poi l’Università di Vienna. Dopo la laurea tornò a New York per diventare fotografa e partecipò a workshop con Ralph Steiner. Nel 1936 lavorò come fotografa freelance per Life, Fortune ed altre riviste.
    Roy Stryker, il capo della divisione fotografia della Farm Security Administration (FSA), assunse Marion Post Wolcott a tempo pieno dal 1938 al 1942. In questo periodo realizzò oltre 9.000 fotografie nei suoi innumerevoli viaggi durante i quali, grazie al suo “savoir faire” e modo gentile, riuscì a fotografare situazioni che ad altri rimanevano preclusi. Inoltre allargò lo sguardo anche al ceto medio e i ricchi per dare un quadro complessivo della situazione socio-economica durante il New Deal visto che la maggior parte della documentazione fotografica era focalizzato sui poveri.
    Per motivi famigliari dovette interrompere la sua carriera di fotografa professionista nel 1942 che riprese poi nel 1968 come freelance in California dove si concentrò invece sulla fotografia a colore, percorso da lei iniziato già negli anni ’40.

    Ulteriori informazioni: https://www.loc.gov/rr/print/coll/womphotoj/wolcottessay.html

    Acquista

  • Arthur Rothstein
    1915-1985

    Arthur Rothstein, figlio di immigranti ebrei, cresce a New York. Molto dotato inizia l’università già a 16 anni e si lega subito alla fotografia, offrendosi anche per eseguire dei servizi. Così conosce Rexford Tugwell e Roy Stryker che avevano bisogno di Rothstein per la realizzazione di un libro. Tugwell e Stryker entrano nella Resettlement Administration e Stryker capisce presto che la fotografia è il miglior modo per documentare le necessità e i successi del New Deal. Così chiama Rothstein che diventa il primo fotografo della FSA a girare gli Stati Uniti fotografando gli operai americani e le loro famiglie. In cinque anni viaggia moltissimo e realizza alcune delle immagini più iconiche di quel periodo della storia americana.
    Durante la sua carriera, lunga 50 anni, ha sempre combinato la sua bravura tecnica con un forte potere comunicativo delle immagini da lui create.

    Ulteriori informazioni: http://www.arthurrothstein.com/biography/

    Acquista

    #18 Arthur Rothstein, Work Projects Administration riverfront improvement project, Saint Louis, Missouri

    15,00

    Arthur Rothstein
    1915-1985

    Arthur Rothstein, figlio di immigranti ebrei, cresce a New York. Molto dotato inizia l’università già a 16 anni e si lega subito alla fotografia, offrendosi anche per eseguire dei servizi. Così conosce Rexford Tugwell e Roy Stryker che avevano bisogno di Rothstein per la realizzazione di un libro. Tugwell e Stryker entrano nella Resettlement Administration e Stryker capisce presto che la fotografia è il miglior modo per documentare le necessità e i successi del New Deal. Così chiama Rothstein che diventa il primo fotografo della FSA a girare gli Stati Uniti fotografando gli operai americani e le loro famiglie. In cinque anni viaggia moltissimo e realizza alcune delle immagini più iconiche di quel periodo della storia americana.
    Durante la sua carriera, lunga 50 anni, ha sempre combinato la sua bravura tecnica con un forte potere comunicativo delle immagini da lui create.

    Ulteriori informazioni: http://www.arthurrothstein.com/biography/

    Acquista